Faccette dentali, cosa sono e quando si usano

Faccette dentali, cosa sono e quando si usano? A queste domande risponderemo nel nostro articolo.

Nel cuore dell’estetica dentale contemporanea, le faccette dentali si pongono come una delle soluzioni più efficaci e richieste per chi desidera migliorare l’aspetto del proprio sorriso.

Questa tecnica innovativa offre la possibilità di correggere diverse imperfezioni dentali, quali discromie, lievi disallineamenti, e fratture, attraverso un intervento minimamente invasivo e altamente personalizzabile.

 

Cosa sono le faccette dentali

Le faccette dentali sono sottilissime lamine che vengono applicate sulla superficie anteriore dei denti per migliorarne estetica ed il colore.

Realizzate principalmente in ceramica o porcellana, queste lamine si distinguono per la loro capacità di emulare l’aspetto naturale del dente, non solo nella forma ma anche nella traslucenza, riflettendo la luce in modo simile a come fa allo smalto dentale.

La scelta della ceramica o della porcellana, come materiali principali, non è casuale: questi materiali sono noti per la loro forte resistenza, durabilità e compatibilità estetica.

Dette anche veneers hanno uno spessore compreso tra 0,5 e 0,7 mm e possono essere applicate tanto sull’arcata superiore, quanto su quella inferiore.

Quando si usano

Quando si usano le faccette dentali?

Ecco alcuni casi:

– anomalie legate alla forma del dente
– otturazioni con difetti di colore
– denti fratturati
– diastemi (spazio fra i denti)
– denti con difetti dello smalto
– denti discromici (con macchie permanenti)
– denti usurati a causa di processi erosivi chimici (abuso di bevande acide); o meccanici (bruxismo, scorretto spazzolamento).
– denti con anomalie di posizione (denti ruotati o disallineati)

Come si applicano

Nella prima seduta si prepara la superficie esterna del dente: come prima cosa il dentista rimuove una parte di smalto in modo che la faccetta si fissi sul dente, poi si effettua l’impronta dentale, per creare una faccetta delle giuste dimensioni. Infine si seleziona il colore più adatto alla dentatura del paziente e si applicano le faccette provvisorie.
Nelle successive sedute si eseguono prove estetiche, si verificano forma, colore e l’armonia che si viene a creare con gli altri denti. Se la faccetta è adeguata alla dentatura del paziente, si cementifica isolando il dente interessato che viene poi trattato con l’acido ortofosforico e rivestito con un adesivo che permette un’aderenza migliore della faccetta sullo smalto.

Vantaggi dell’utilizzo delle faccette dentali

Con le faccette non esiste il problema di irritazioni gengivali causato dalle corone, e la ricostruzione risulta molto meno aggressiva per i denti con un risultato estetico immediato e duraturo.
Una volta cementate al dente, le faccette rinforzano la struttura del dente in quanto il legame faccette-smalto dentale è il più forte legame che si possa ottenere in odontoiatria con gli adesivi smalto-dentinali.

Le tipologie: in ceramica o in composito

Ne esistono di diversi materiali e hanno durata e costi differenti, ma solitamente se ne distinguono di due tipi, vediamoli insieme…

Faccette dentali in ceramica

Le faccette dentali in ceramica rappresentano una delle scelte più raffinate e di alta qualità nel panorama dell’estetica dentale, grazie alla loro straordinaria capacità di combinare durata, resistenza e un aspetto estremamente naturale. Queste sottili lamine di ceramica, applicate sulla superficie frontale dei denti, sono progettate su misura per ogni paziente, assicurando un risultato visivamente impeccabile. Il processo di creazione delle faccette in ceramica richiede un elevato grado di precisione “artigianale” da parte del medico dentista, oltre all’utilizzo di materiali di prima scelta.

Un binomio questo che si traduce in un prodotto finale che eccelle sia in estetica sia in funzionalità.

Uno degli aspetti più apprezzati delle faccette in ceramica è la loro capacità di riflettere la luce in modo simile allo smalto naturale dei denti, garantendo così un sorriso luminoso.

La ceramica è un materiale biocompatibile che riduce al minimo il rischio di reazioni allergiche, rendendolo una scelta sicura per la maggior parte dei pazienti. La superficie liscia e non porosa delle faccette in ceramica contribuisce anche a una maggiore resistenza alle macchie rispetto ai denti naturali, permettendo di mantenere il sorriso bianco e brillante per anni.

 

Faccette in composito

Le faccette in composito, se ben fatte, non hanno quasi nulla da invidiare a quelle in ceramica dal punto di vista estetico: vengono modellate direttamente sul dente e costano meno. A differenza delle faccette dentali in ceramica o porcellana, hanno una durata inferiore ma il vantaggio di poter essere riparate.

Quanto durano le faccette dentali?

Le faccette dentali, se correttamente mantenute, garantiscono una buona durata. A determinarne la durata concorrono tre fattori: la bravura del dentista, la qualità dei materiali utilizzati e la cura che il paziente effettua.

Come mantenere le faccette in buono stato

Per mantenere le faccette dentali sempre in ottime condizioni è sufficiente seguire le stesse regole che il dentista consiglia per preservare la salute dei denti:

– evitare il fumo, che potrebbe macchiare la ceramica.
– evitare bevande come tè, caffè o vino.
– lavare i denti spesso, almeno tre volte al giorno, per difendere denti e gengive dalla placca.
– evitare di mangiare cibi troppo duri che potrebbero scheggiare le faccette.
-evitare comportamenti deleteri come il mangiarsi le unghie.
– eseguire periodicamente una seduta di igiene dentale

Quanto costano le faccette dentali

Dipende dal numero di denti coinvolti, dal materiale di cui sono fatte, dalla qualità della ceramica utilizzata. Solo dopo aver effettuato una visita accurata è possibile far sapere al paziente il costo esatto per la riabilitazione.

Rischi delle faccette low cost

Esistono soluzioni low cost, che sono però da valutare con attenzione: costi minori comportano l’utilizzo di materiali di qualità inferiore. Il rischio, è quello di ritrovarsi con faccette di bassa qualità che si staccano dai denti prima di aver concluso il loro “ciclo vitale naturale” o che non mantengono la loro brillantezza.

Le opinioni dei pazienti

La maggior parte dei pazienti si dice soddisfatta degli interventi, della durata e della resistenza delle faccette in ceramica o composito nonché dell’effetto grandioso che sono in grado di apportare al sorriso, una volta applicate.

Se sei interessato a questo tipo di intervento, contattaci subito e creeremo insieme il tuo nuovo sorriso!